La Vocazione

                Carissime ragazze e ragazzi !

Che cos'è la vocazione?

               Tutta la vita che il buon Dio ci ha donato è una vocazione ad amare Dio e il prossimo, ognuno nella sua misura e nel proprio stato di vita.
Nel parlare di “vocazione”, è necessario fare una doverosa premessa e cioè:

<<entrambi (ossia) il sacramento del matrimonio e la verginità per il Regno di Dio, provengono dal Signore stesso>> (CCC 1620) e quindi entrambi sono delle vocazioni.

Per ognuno di noi Dio ha un progetto d’amore e di pace proprio come lui ci ricorda:   

    << Io, infatti, conosco i progetti che ho fatto a vostro riguardo – dice il Signore - progetti di pace e non di sventura, per concedervi un futuro pieno di speranza >> (Ger 29,11). 

 

 

 

 

 

 

Parlando della vocazione alla vita consacrata, nelle parole che Gesù rivolse ad Andrea e Giovanni:

«Venite e vedrete» (Gv 1, 39) troviamo il significato e il “mistero della vocazione ad essere discepoli di Gesù”, racchiuso in quel legame inscindibile tra la prioritaria chiamata di Dio e la successiva libera risposta dell’uomo.
Quindi la consapevolezza ed il rispetto della priorità della chiamata di Gesù: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi ...» (Gv 15,16), esclude ogni pretesa e ogni forzatura: sia da parte del soggetto che non può autochiamarsi, "ma io vorrei farmi  frate, vorrei farmi suora", perchè la vocazione  è iniziativa di Dio;  sia da parte di quanti collaborano all'azione divina: nessuno può imporre una vocazione!
Realizzare la propria vocazione vuol dire permettere l’incontro fra due volontà. Quella di Dio e la tua che liberamente risponde. Tutto é nelle mani di Dio, ma tutto é anche nelle vostre mani.
 

...il tuo Volto Signore io cerco !


“Inquieto è il nostro cuore finché non riposa in Te o Signore”
(S. Agostino, Confessioni, prologo)


Ecco quindi l’importanza di decifrare e percorrere con l’aiuto della giusta guida spirituale il dinamismo proprio della vocazione nel suo sviluppo graduale e concreto: cercare Gesù,  rimanere con Lui e l’essere mandati,  in ogni tempo, in ogni stato, nella propria chiamata e  nella propria misura!


Sìì, alla ricerca, caro fratello o sorella che non ti accontenti della realtà esistente e non soffochi l’inquietudine del tuo cuore che ti rimanda a qualcosa di più grande...
cioè a Dio e al Suo progetto d’amore che Egli ha disegnato per te sul palmo della Sua mano. Allora, anche tu puoi in un certo modo ringraziare questa inquietudine che ti fa alzare gli occhi al cielo, facendoti dire come San Francesco d’Assisi:

“Signore cosa vuoi che io faccia?”


Detto ciò, ma ti è così difficile scoprire cosa Dio vuole da te? Ma hai capito veramente come parla Dio? Una volta così disse un vescovo di Roma:                                   

“Dio parla chiaramente, ma non troppo perché vuole che anche noi collaboriamo con la nostra intelligenza” e con il “nostro tempo” che è il tempo che Dio ci ha messo a disposizione in questa nostra breve vita passeggera.
 

 Fai attenzione. Ci sono posizioni inammissibili che potresti assumere: quella del giovane, che magari ha già raggiunto anche una certa età, che non vuole...tormentarsi con il pensiero della vocazione. Vuole vivere alla giornata, come chi salta da un’esperienza all’altra e poi magari dice:” una strada la troverò”.
Prendere la vita così é non va bene e la nostra coscienza ce lo insegna, é sciupare gli anni più belli, é vivere da superficiali. E' votarsi ad anni tristi e vuoti.                      

  Essere responsabili invece, significa mettersi a pregare, leggere testi seri, farsi consigliare, fare esami di coscienza profondi. Ciò, senza inquietudini, senza pessimismo, senza paura, senza angoscia.       

 Devi scoprire che sei figlia/o di Dio e che nessuno ti conosce più di lui e nessuno ti ama più di lui e nessuno desidera la tua felicità più di lui.
Hai forse paura di chiedere e scoprire cosa Dio vuole da te? Beh, non sei il primo/a, ma ricordalo bene il Suo è un progetto d’amore, ed Egli non è venuto a toglierti la tua libertà, ma anzi è venuto a renderti libero/a, perché solo la verità ti renderà libero/a per l’eternità. E ricorda che in ogni istante della nostra breve e unica vita, con in nostri “sì” o “no” ci giochiamo tutta la nostra eternità.
 

“NON ABBIATE PAURA! APRITE !...
ANZI SPALANCATE LE PORTE A CRISTO ! ”

(Giovanni Paolo II )


Dio ti dice «… Ecco, ti attirerò a me, ti condurrò nel deserto e là parlerò al tuo cuore» (Os 2 16) …
 

Aprigli il tuo cuore sii docile fatti attirare da Lui, fatti riempire dal Suo Amore ,dalla sua Grazia e sentirai il tuo cuore riempirsi di una gioia che non riuscirai a contenere, e sentirai finalmente quella libertà e quella pace che ti permetterà di slanciarti verso Lui.
 

“SE SARETE QUELLO CHE DOVETE ESSERE, INFIAMMERETE IL MONDO !”
(Giovanni Paolo II )

SIATE FUOCO! “


In verità vi dico che... chiunque abbia lasciato la casa, o i fratelli, o le sorelle, o il padre, o la madre, o i figli, o le terre, per il Mio Nome, riceverà il centuplo in questa vita, e nell’altra la vita eterna” (Matt. 19:28-29).
 

Se volete comunicare con le Suore Veroniche e con il Noviziato, non dovete far altro che scriverci,   

con libertà, senza timore di compromettervi.

       Saremo a vostra disposizione!

Nella Bibbia nel libro del Profeta Baruc, al cap.3, versetti 34-35, trovi delle parole stupende.
Dice: ”.. E le stelle brillano al loro posto piene di gioia, e chiamate rispondono: “Eccoci” E risplendono di gioia per Colui che le creò”.

Così noi. Siamo creati per rispondere “Eccomi” pieni di gioia, una gioia che é poi destinata a contaminare coloro che ci incontrano e che possono essere invogliati a rispondere a loro volta l' eccomi !”.

Il Signore faccia risplendere il Suo Volto su di Te!
Maria, Madre delle vocazioni, ti benedica!

A Presto!

 

Oggetto
La tua Email
Messaggio